UMIDIFICATORI AD ELETTRODI IMMERSI


Gli umidificatori d'aria aiutano a ristabilire il corretto tasso di umidità in ambienti civili, professionali e industriali.

UE umidificatore elettrodi immersi

UE

Disponibili più versioni

Umidificatori ad elettrodi immersi

Umidificatori ad elettrodi immersi adatti all’installazione in ambienti civili, uffici, ospedali, stabilimenti industriali, ecc.. Gli umidificatori ad elettrodi immersi sono la scelta razionale adatta ad ogni applicazione. Gamma di umidificatori a elettrodi immersi ideali per l’umidificazione e l’installazione in ambienti come uffici, abitazioni e stabilimenti industriali.

Progettati sia per installazioni in ambienti con il diffusore ventilato di vapore, sia per installazione in condotta aria, con i distributori lineari di vapore. Funzionano con acqua di rete con conducibilità compresa fra 75 e 1250 µs/cm e il suo software di controllo si adatta automaticamente alle caratteristiche dell’acqua, in modo da ottimizzare la durata del funzionamento senza manutenzione. Rispetto agli altri tipi di umidificatori, gli umidificatori a elettrodi immersi:

  • Prezzo d’acquisto più conveniente
  • Possono funzionare con acqua potabile
  • Richiedono la sostituzione (o pulizia) periodica del cilindro
  • Modulazione adatta per applicazioni comfort o industriali senza requisiti estremi per applicazioni comfort o industriali senza requisiti estremi

Il funzionamento degli umidificatori ad elettrodi immersi si basa su un principio fisico molto semplice. Poichè la comune acqua potabile contiene una certa quantità di sali minerali discolti ed è quindi leggermente conduttiva, applicando una tensione a degli elettrodi metallici immersi in essa si ottiene un passaggio di corrente elettrica che la riscalda (effetto Joule) fino all’ebollizione, conduce vapore.

La quantità di vapore prodotto è proporzionale alla corrente elettrica, la quale a sua volta è proporzionale al livello dell’acqua. La corrente elettrica viene misurata da un trasformatore amperometrico: controllando il livello dell’acqua per mezzo dell’elettrovalvola di riempimento e dell’evaporazione stessa si modula la corrente e, di conseguenza, la produzione di vapore. Poiché il vapore non trasporta sali minerali, l’acqua aumenta per la propria concentrazione salina e quindi la conducibilità, quindi viene automaticamente e periodicamente diluita, scaricandone una piccola parte per mezzo della pompa di scarico e sostituendola con acqua di alimentazione. Inoltre, con il tempo il calcare si deposita e occupa parte del cilindro, che periodicamente deve essere sostituito o pulito.