La corretta umidità per il benessere personale

L'umidificazione dell’aria per il benessere personale e per una corretta conservazione dei materiali.

Cos’è l’umidità?

L’umidità non è altro che il vapore acqueo presente nell’aria. L’umidità relativa, invece, è la quantità d’acqua presente nell’aria ad una data temperatura rispetto alla quantità massima di vapore acqueo che l’aria può contenere a quella temperatura quando è satura.

Che effetti ha un livello troppo basso di umidità?

Un livello troppo basso di umidità nell’aria può influire negativamente sia sul corpo umano, che su tutti i processi di produzione, trasformazione e stoccaggio di materiali igroscopici (come ad esempio aziende per la lavorazione del legno, magazzini legnami tipo-litografie, lavorazione materiali plastici, industrie per la lavorazione del materiale alimentare).

Sul corpo umano, una carenza di umidità relativa, può essere estremamente dannosa: l’aria ispirata attraverso le vie aeree superiori e poi attraverso i bronchi si riscalda durante il tragitto verso i polmoni ad opera delle pareti dei canali di convogliamento fortemente vascolarizzate. Tali pareti sono rivestite da mucose e tessuti che, in condizioni normali, sono mantenuti umidi. In tal modo l’aria non solo si riscalda, ma si umidifica arrivando in condizioni di saturazione all’atto di entrare all’interno degli alveoli dei polmoni. Per questo motivo il giusto rado di umidità relativa è di fondamentale importanza anche nelle abitazioni, negli uffici, nelle taverne ed in tutti quei luoghi ove le persone vivono e lavorano. Una carenza di umidità relativa può portare in questi casi a gravi patologie. Le mucose che rivestono le vie aeree hanno essenzialmente una funzione filtrante dell’aria dal particolato inquinante in sospensione nell’aria, non ultimi batteri e virus. I bronchi sono rivestiti da un epitelio ciliato umido che ha lo scopo di trattenere detti inquinanti. Quando l’aria è troppo secca c’è il rischio di produrre un’evaporazione estrema delle mucose, che inevitabilmente tendono a seccarsi: si viene a perdere la capacità filtrante delle stesse.

Carenza di umidità in ambiente: la soluzione?

Per prevenire i fenomeni precedentemente esposti, è necessario che negli ambienti riscaldati l’aria abbia un contenuto sufficiente di umidità. Ecco il perché della necessità dell’utilizzo di umidificatori d’aria professionali nelle abitazioni e negli uffici in genere. In genere in questi tipi di locali (abitazioni e uffici) vengono utilizzati i nostri umidificatori residenziali e civili HUMI ION 300 e HUMI SPA 400 che sono sostanzialmente umidificatori ad ultrasuoni. Un altro tipo di umidificatore molto utilizzato in ambito domestico e professionale è l’umidificatore professionale per evaporazione naturale modello HYDRO 1200, ideale per ambienti di piccole/medie dimensioni. Il ns. umidificatore HYDRO 2500 ad evaporazione naturale è stato studiato, invece, per risolvere i problemi relativi all’umidificazione in ambienti di medie e ampie dimensioni.

  • Ideali per ambienti residenziali e professionali
  • Non bagnano le superfici
  • Umidificatori esenti da manutenzioni
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Estremamente silenziosi
  • Funzionamento 24 ore su 24
HUMI SPA 400 umidificatore ad ultrasuoni
La corretta umidità per il benessere personale
grazie agli umidificatori Tecnoklima
HUMI ION 300 umidificatore a ultrasuoni

HUMI ION 300

Umidificatore residenziale ad ultrasuoni

HUMI SPA 400 umidificatore a ultrasuoni

HUMI SPA 400

Umidificatore residenziale ad ultrasuoni

HYDRO-1200 umidificatore evaporazione naturale

HYDRO 1200

Umidificatore residenziale ad evaporazione naturale

HYDRO-2500 umidificatore evaporazione naturale

HYDRO 2500

Umidificatore professionale ad evaporazione naturale

HYDRO-2800 umidificatore evaporazione naturale

HYDRO 2800

Umidificatore professionale ad evaporazione naturale

Lascia un commento